Arte e Fotografia

XX Festival Giapponese Firenze “per arrivare alle nuvole”

Conoscere e comprendere le culture degli altri paesi è un arricchimento e uno strumento che ci libera da conflitti e confini. Una cultura lontana ma, dalle radici profonde, è quella del Giappone che, con estrema armonia, ci sussurra percorsi da scoprire e sentire, dove le molteplici differenze non fanno altro che unire e renderci tutti meno distanti.

I confini si dissolvono e ad esistere è solo il rispetto dell’immenso spazio di ogni cultura e di ogni radice. Firenze grazie all’associazione Lailac che dal 1999 avvicina la cultura giapponese alla nostra, si è immersa completamente nell’atmosfera giapponese tra kimoni, profumo di tè e danze giapponesi nel week end appena trascorso.

L’associazione è giunta al ventesimo anno con oltre 50 appuntamenti in calendario tra mostre, cibo, proiezioni, seminari, workshop e tanti spettacoli di musica tradizionale. Il Festival Giapponese tenutosi dal 23 al 25 novembre è partito in grande stile con la vestizione del kimono, per poi proseguire con le vie del tè. La vestizione del kimono è stata curata dalle Maestra Fujinaka-ryu Hiromi Sasaki, ideatrice e Presidente Onoraria di Lailac e dalla Maestra Hanayagi-ryu Hiroe Mashima, danzatrice e amante delle arti tradizionali giapponesi.

Per la prima volta in Italia si è esibito anche il maestro Chihiro Nao, un musicista di Azuma, arrivato direttamente da Kyoto dove insegna Taiko, l’arte in cui si è esibito durante il festival. Lo spettacolo di chiusura previsto per tutti e tre giorni della rassegna è stato affidato ad un gruppo di danzatori giapponesi che hanno creato momenti scenografici ed emozionanti ispirati alle tradizioni e al teatro giapponese.

Nei loro spettacoli si susseguono scie di colori, volti scolpiti, mani che disegnano trame di un canto, kimoni come opere d’arte, danze che sorridono e altre che malinconiche sussurrano parole misteriose lasciano il pubblico incantato.

Il Festival Giapponese è un momento davvero importante per lo scambio e la condivisione tra culture ma, soprattutto, è un momento per ricordarci, attraverso la loro cultura, che le cose più semplici e sincere si trovano in quella poesia quotidiana che troppo spesso ci sfugge per la fretta cieca di vivere.

“Prendiamo

il sentiero paludoso

per arrivare alle nuvole.”

Matsuo Basho

Testo e foto di Maria Di Pietro

About the author

Memecult

Nel rispetto della privacy raccogliamo dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Info | Chiudi