Arte e Fotografia

XX Festival Giapponese Firenze “per arrivare alle nuvole”

Conoscere e comprendere le culture degli altri paesi è un arricchimento e uno strumento che ci libera da conflitti e confini. Una cultura lontana ma, dalle radici profonde, è quella del Giappone che, con estrema armonia, ci sussurra percorsi da scoprire e sentire, dove le molteplici differenze non fanno altro che unire e renderci tutti meno distanti.

I confini si dissolvono e ad esistere è solo il rispetto dell’immenso spazio di ogni cultura e di ogni radice. Firenze grazie all’associazione Lailac che dal 1999 avvicina la cultura giapponese alla nostra, si è immersa completamente nell’atmosfera giapponese tra kimoni, profumo di tè e danze giapponesi nel week end appena trascorso.

L’associazione è giunta al ventesimo anno con oltre 50 appuntamenti in calendario tra mostre, cibo, proiezioni, seminari, workshop e tanti spettacoli di musica tradizionale. Il Festival Giapponese tenutosi dal 23 al 25 novembre è partito in grande stile con la vestizione del kimono, per poi proseguire con le vie del tè. La vestizione del kimono è stata curata dalle Maestra Fujinaka-ryu Hiromi Sasaki, ideatrice e Presidente Onoraria di Lailac e dalla Maestra Hanayagi-ryu Hiroe Mashima, danzatrice e amante delle arti tradizionali giapponesi.

Per la prima volta in Italia si è esibito anche il maestro Chihiro Nao, un musicista di Azuma, arrivato direttamente da Kyoto dove insegna Taiko, l’arte in cui si è esibito durante il festival. Lo spettacolo di chiusura previsto per tutti e tre giorni della rassegna è stato affidato ad un gruppo di danzatori giapponesi che hanno creato momenti scenografici ed emozionanti ispirati alle tradizioni e al teatro giapponese.

Nei loro spettacoli si susseguono scie di colori, volti scolpiti, mani che disegnano trame di un canto, kimoni come opere d’arte, danze che sorridono e altre che malinconiche sussurrano parole misteriose lasciano il pubblico incantato.

Il Festival Giapponese è un momento davvero importante per lo scambio e la condivisione tra culture ma, soprattutto, è un momento per ricordarci, attraverso la loro cultura, che le cose più semplici e sincere si trovano in quella poesia quotidiana che troppo spesso ci sfugge per la fretta cieca di vivere.

“Prendiamo

il sentiero paludoso

per arrivare alle nuvole.”

Matsuo Basho

Testo e foto di Maria Di Pietro

About the author

Memecult

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi