MEME EVENTS

Vertical Conquests, la Street Art diventa un film

Al via anche la campagna di crowdfunding su Indiegogo, che unisce cinema, collezionismo, arte e svago

Roma, 1 ottobre 2015 – E’ dall’unione tra la Street Art ed il cinema che nasce Vertical Conquests di Rosa Chiara Scaglione, il primo film documentario tutto italiano con carattere internazionale sull’arte urbana ad arrivare nelle nostre sale cinematografiche, attraverso un viaggio, che inizia dalla strada e finisce nei più grandi musei del mondo, alla scoperta della terza generazione degli Street Artists, svelando il movimento della Street Art nella sua interezza, ovvero un grande movimento globale, sociologico e culturale.

Vertical Conquests vuole ampliare la visione più comunemente diffusa tra il pubblico, quella che vede gli Street Artists come dei graffitari che sporcano i muri, raccontando della nuova generazione dopo Banksy, fatta di giovanissimi talenti, molto versatili nella loro arte, dei veri ricercatori, che utilizzano i muri per sperimentare e crescere nel loro percorso artistico. Questo li porta ad avere non solo milioni di “followers” su internet, ma a finire nei più grandi musei del mondo, a testimonianza che la Street Art non è altro che arte contemporanea a tutti gli effetti. A novembre il documentario, prodotto dalla Stemo Produciton, sarà distribuito nelle sale delle principali città italiane. Rosa Chiara Scaglione, regista alla sua opera prima, ha voluto dare con “Vertical Conquests” una risposta, un seguito ed un punto di vista ben diverso, al famoso film di  Banksy sul tema, “Exit through the gift shop”, ormai già vecchio, perchè la Street Art è un mondo in veloce evoluzione. Per fare questo, oltre ad aver ripreso dieci tra i più giovani ed influenti Street Artist intenazionali al mondo, ha coinvolto nel progetto molte delle persone più di spicco del cinema italiano. La regista ha così co-sceneggiato l’opera insieme a Heidrun Schleef, considerata una delle più importanti autrici pluri premiate del panorama italiano dell’ultimo decennio, ha scritto sceneggiature del calibro della “La Stanza del Figlio” vincitore a Cannes della Palma d’Oro, il “Caimano” di Moretti e molte altre opere cinematografiche. Le musiche originali sono del Maestro Pasquale Catalano, autore delle colonne sonore di registi di grande spessore quali Paolo Sorrentino per “L’uomo in più” e “Le conseguenze dell’amore”, di Ferzan Ozpetec nel suo film “Mine Vaganti”, Andrea Caucci maestro del sound design con all’attivo ben oltre cento film firmati dai grandi Maestri del cienema, e tanti altri come il poeta della luce Francisco Gaete Vega con il quale ha condiviso un viaggio di riprese e ricerche durato due anni.

memecult_streetart_2

Rosa Chiara Scaglione si forma artisticamente a Londra, in diverse scuole di teatro, per poi tornare in Italia dove lavora nel cinema da dodici anni. Nasce come attrice e poi diventa produttrice di diversi corti e medio metraggi che hanno totalizzato oltre trenta premi e partecipato a oltre cento festival. La sua cura nel scegliere i soggetti, il suo ruolo di direttore artistico all’interno degli stessi, e la sua diretta esperienza di set come attrice ed interprete di opere teatrali, l’hanno preparata  ad affrontare la sua opera prima sia dal punto di vista tecnico che narrativo. Nessuno degli artisti mancherà all’appuntamento di questo documentario. Borondo, Gaia, Sten & Lex, i Mentalgassi, Jeff Aerosol, Rero, Sbagliato, Hyuro, DALEast, Faith47, Sam3. Chi si nasconde dietro quei colorati pseudonimi? “Vertical Conquests” lo svela.

“Vertical Conquests”, che ha iniziato il suo percorso naturale partecipando ai Festival, inaugurato  con la sua presenza in concorso al ‘Terra di Siena International Film Festival’, proseguirà con una distribuzione nelle sale in Italia. L’anteprima cinematografica sara inaugurata con un evento nella prestigiosa Stazione Tiburtina di Roma, grazie alla sinergia con Ferrovie dello Stato e Grandi Stazioni.

memecult_streetart

Da metà settembre, inoltre, Vertical Conquests promuove una campagna di crowdfunding su Indiegogo (http://igg.me/at/verticalconquests/), al fine di incentivare la gente ad avvicinarsi alla Street Art per poterne usufruire in maniera diretta a 360 gradi; la campagna è unica nel suo genere perché unisce cinema, collezionismo, arte e svago; offre ai suoi sostenitori opere degli Street Artists diventando per sessanta giorni una “galleria d’arte on-line”;  incentiva e promuove un “turismo d’arte e culturale”, con percorsi in bici ideati da Ziguline ed offerti da Pro4Geo, a Roma e Gaeta, con pernotti e visite dei muri e dei musei che collezionano gli Street Artists: come il museo Palazzo Collicola Arti Visive di Spoleto, e anche anteprime alla storica Galleria di Street Art Wunderkammern. Tutto questo permette al pubblico di ripercorrere ed immergersi nelle tappe dei protagonisti del film, alla ricerca delle opere lasciate in giro nelle città frettolosamente di notte o come monumentali testimonianze in importanti festival di Street Art internazionali quali l’Outdoor di Roma e Memorie Urbane di Gaeta. La campagna, e l’opera cinematografica insieme, offrono un esperienza originale ed avvolgente.

Indiegogo: http://igg.me/at/verticalconquests/

Facebook: https://www.facebook.com/pages/Vertical-Conquests/531506623668786

Twitter: https://twitter.com/VerticalConques

Pinterest: https://www.pinterest.com/verticalconques/

Instagram: https://instagram.com/vertical_conquests/

Promo: https://vimeo.com/138600108

About the author

Memecult