MEME MORE

Tramonto in Jazz

In un luogo magico del nord Sardegna, l’Argentiera, il 17 agosto Decoder Quartet ed Enrico Rava si sono incontrati per la decima tappa di I Tramonti della Sardegna, una rassegna di musica jazz che, girando per l’isola, sceglie come scenografia quello che di meglio offre il cielo.

11902521_1630655307182903_3549832605581035970_n

Ci sono dei luoghi che vengono cullati nel calore di un petto nostalgico, abbracciati dall’affetto di mani tiepide, le stesse che da bambino ci hanno rimboccato le coperte.

Ci sono luoghi che in certi cuori diventano casa, che appartengono e basta.

Ci sono luoghi che respirano nella tua anima.

Non importa se ci sei nato o li hai scoperti. Arriva un momento in cui capisci che devi percorrere quelle strade per sentirli. Sono strade lunghe e tortuose, solcano la terra disegnando un paesaggio ondeggiante di tornanti. Sono strade che segnano passaggi in una natura silenziosa che non chiede niente.

Ci sono strade lunghe, che a guardarle sulla cartina ti sembra di fare un viaggio. Per un attimo ti viene voglia di rinunciarci e rimanere fermo. Ci sono delle volte, però, che quel viaggio ti chiama. Devi andare, e lo sai.

Quel pomeriggio di agosto la strada era quella per l’Argentiera. Una strada stretta e lunga verso un posto il cui nome custodisce in sé tutti i significati di quel luogo, fatto di paesaggi di pietra argentata che si riflettono in un mare lunare. Un luogo abitato da un villaggio fantasma, fatto di case abbandonate ad un destino taciturno e decadente che conserva ancora le anime dei minatori che le hanno abitate.

11891223_1630654400516327_9115827043974116538_n

Una piccola spiaggia con il mare leggermente mosso da un maestrale gentile diventa un teatro che non ha bisogno di scenografie. Su una roccia vedi tre barchette. Sono tre sagome di legno, una azzurra, una gialle e una bianca. Sembrano tre disegni di un bambino.

Inizi subito a capire che ne è valsa la pena di fare quel viaggio. Guardi il cielo e capisci che sei nel posto giusto, perché proprio quando hai lo sguardo all’orizzonte la musica jazz inizia ad accompagnare il sole nel suo viaggio verso il mare. Il cielo si colora di glicine e oro e le nuvole si spostano piano.

Alla musica non servono parole. Parla nell’attimo stesso in cui esiste, poi si dissolve e rimane nei sensi, nella memoria della pietra e dall’acqua. Sembra che ogni particolare sia lì per lei, e che lei sia lì per ogni per fare omaggio ad ogni dettaglio.

Enrico Rava alla tromba, con Decoder Quartet, guidato da Enzo favata al sax, Danillo Gallo al basso, UT Gandhi alla batteria e Marcello Peghin alla chitarra fanno brillare le note nell’incanto di un anfiteatro di sabbia. I loro strumenti si uniscono inaspettatamente alla voce di Sainkho Mamtchylak, che lascia nell’aria dei suoni misteriosi. “Acolta, sono le sirene di Odisseo”, si sente bisbigliare.

11046556_1630655453849555_1149668560417311246_n

Viene voglia di prendere quella musica e danzarci insieme, così come sta facendo il sole, che piano piano continua il suo cammino. Il cielo cambia colore, diventa sempre più dorato. Anche i musicisti non possono fare a meno di guardare. Il mare li chiama e loro, ubbidienti, si voltano a suonare per lui. Il sole lascia il posto alla luna. Non vuoi proprio che finisca. Non sempre capita di ascoltare la Bellezza.

Chi lo sa perché dal mare e dal cielo non ci si libera mai. Forse lo sa solo la musica.

Chiara Peru

Photo credits: Maria Giovanna Peru

I tramonti della Sardegna è Decoder Quartet e Enrico Rava. Dal 4 al 21 agosto in diverse località della Sardegna, prodotto dall’associazione Jana Project, prosegue poi con il Festival Musiche sulle bocche a Santa Teresa di Gallura.

16483_1630655150516252_5458628344851788321_n

 

About the author

Chiara Peru

Chiara Peru (1987) nasce ad Aggius, piccolo borgo della Gallura, in Sardegna. Qui trascorre un’infanzia felice tra i boschi in compagnia dei suoi gatti. Diventata grande si trasferisce a Milano, dove si laurea in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica, per poi approdare all’Accademia di Belle Arti di Brera.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi