MEME TOPICS

The Simpsons: quando è iniziato il declino?

L’inesorabile declino di una serie TV: il “Jump the Shark” dei Simpson e altri celeberrimi “salti”.

The-Simpsons-Jumping-Shark

Jump the shark” (letteralmente “Salto dello squalo” ) è una delle locuzioni più affascinanti proprie del gergo televisivo e cinematrografico .

Per “Salto dello Squalo” si intende quel momento esatto in cui una serie televisiva o cinematografica cambia radicalmente registro, cercando con espedienti vari di mantenere alta l’attenzione dei fan ma ottenendo, in realtà, esattamente l’effetto contrario; una sorta di lifting tardivo che testimonia solo che lo show ha raschiato i barile delle idee e si avvia inesorabilmente sul viale del tramonto.

Il concetto indica quindi l’episodio, la scena o l’attimo che determina l’inizio del declino di una serie Tv o cinematografica.

L’espressione è stata coniata dal critico Jon Hein in riferimento all’episodio di apertura della quinta stagione di Happy Days, “Fonzie, un nuovo James Dean?“, trasmesso per la prima volta negli Stati Uniti il 20 settembre 1977 .

In tale occasione Fonzie, in trasferta a Los Angeles con tanto di famiglia Cunningham a corredo, trainato da Richie decide di dimostrare il proprio coraggio saltando uno squalo con gli sci d’acqua. Il tutto naturalmente senza rinunciare al classico outfit, una vera e propria pietra miliare del trash.

jump-the-shark

Mi avventurerò ora in campo minato facendo alcuni esempi, ben conscio di sollevare dissensi e malumori tra i fan più integralisti delle serie che citerò.

Il recasting di uno o più personaggi di una serie può essere un chiaro campanello d’allarme di un imminente “Jump the shark” e allora come non menzionare “Spartacus” con l’avvicendamento nel ruolo del protagonista e nel ruolo secondario di Naevia che ha scatenato le ira dei fan della serie?

Sovente, guardando la nostra serie preferita, ci capita di imbatterci in un nuovo personaggio, introdotto dagli sceneggiatori di punto in bianco, da un episodio all’altro. Esemplare il caso di Scrappy, nipote di Scooby-Doo, mai digerito dagli amanti della serie.

Apice irraggiungibile della categoria rimane comunque “Dallas” che trasformò un intera stagione nel sogno di uno dei suoi protagonisti. Per dovere di “cronaca”, non posso dimenticarmi della tragica dipartita di Taylor in Beautiful che dopo un paio di stagioni resuscitò, modificando la diagnosi della scomparsa da “morte” a “coma profondo” (nemmeno Edgar Allan Poe era mai arrivato a tanto) , del trasferimento di Brenda (Beverly Hills 90210) a Londra e del rapimento alieno di Fox Mulder in X- Files.

Ma ora veniamo ad uno dei “Jump the shark” più lunghi e dolorosi della storia della TV, ovvero quello dei Simpson. Per quanto mi riguarda hanno stupito il mondo con 7 memorabili stagioni, dopo le quali solo un lungo ed inesorabile declino che perdura fino ad oggi, un’agonia fatta di sceneggiature inverosimili, continue infiltrazioni di improbabili guest star e miserabili scimmiottamenti a Family guy. Ma se rivango nella memoria, forse riesco ancora a vedere Matt Groening volteggiare impavido sopra un affamatissimo pescecane durante l’episodio della 9° serie Il Direttore e il povero, dove il mitico direttore Skinner si rivelò in realtà un impostore.

Chiudo ricordando che ci sono alcuni attori che sono universalmente considerati dei “salti dello squalo viventi”: tra questi merita menzione Sherman Hemsley, ovvero l’indimenticabile George Jefferson. Si narra che, quando questi attori fanno comparse da guest star in una serie tv, allora significa che l’epilogo è ormai dietro l’angolo.

Massimo Tonietti

080812-celebs-Sherman-Hemsley

About the author

Massimo Tonietti

La mattina indosso scarpe comode e comincio a correre, la sera mi addormento con South Park

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi