MEME EVENTS

THE MILKY WAY: VERA

Torna dal 19 al 21 maggio The Milky Way. VERAuna mostra di raccolta fondi di massimo tre giorni promossa da Pianoterra onlus a cura di Damiana Leoni. Dopo le cinque tappe precedenti che si sono svolte a Napoli, città protagonista nell’anno 2014 presso la Galleria Lia Rumma; a Roma, presso la galleria Studio SALES per l’edizione 2015; a Milano da Giò Marconi nel 2016; The Milky Way Foto a Napoli di nuovo presso Lia Rumma nel 2018 con un progetto dedicato alla fotografia; a Torino presso la Galleria Franco Noero nel 2020, The Milky Way torna a Roma, presso la galleria Alessandra Bonomo.

Come per tutte le edizioni, la manifestazione è guidata da un tema, in questo caso ispirato al libro VERA di Damiana Leoni edito da Quodlibet, una ricognizione sulla primavera degli spazi emergenti che ha interessato la Capitale con una fioritura di luoghi dedicati alla sperimentazione e all’arte indipendenti e gestiti da artisti durante la pandemia.

Parole come isolamento, trasformazione, cambiamento, rinascita risuonano delle vite di chi nell’isolamento sperimenta la marginalità, nella stasi la difficoltà a vedere un futuro, nel cambiamento la paura della precarietà. Sono le vite delle tante mamme e dei loro bambini che Pianoterra accoglie ogni giorno offrendo uno spazio sicuro e protetto, uno spazio di cura e ascolto in cui prendere fiato, alzare lo sguardo e aprirsi al cambiamento. Da questo incrocio, incontro, scambio – ne siamo certi – vedremo nascere, per molti dei più fragili, un’autentica, tangibile e reale primavera, spiegano i promotori del progetto.

A ragionare su questo tema saranno i tanti artisti degli spazi indipendenti, presenti nel libro VERA, dislocati tra Tor Bella Monaca, Centocelle, Quadraro, Pietralata, San Lorenzo e Trastevere, che hanno scelto di sostenere con le loro opere Pianoterra onlus:

Sveva Angeletti, José Angelino, Paolo Assenza, Jacopo Belloni, Raniero Berardinelli, Sebastiano Bottaro, Alessandro Calizza, Cristiano Carotti,  Dario Carratta, Alessandra Cecchini, Eleonora Cerri Pecorella, Fabrizio Cicero, Christophe Constantin, Francesca Cornacchini, Francesco D’Aliesio, Malù dalla Piccola, Alessandro Dandini de Sylva, Arianna De Nicola, Marco De Rosa, Gaia Di Lorenzo, Federica Di Pietrantonio, Marco Emmanuele, Marco Eusepi, Chiara Fantaccione, Roberta Folliero, Andrea Frosolini, Federika Fumarola, Krizia Galfo, Alessandro Giannì, Eva Giolo, Fabio Giorgi Alberti, Luca Grechi, Luca Grimaldi, Greg Jager, Guglielmo Maggini, Luca Mamone, Gian Maria Marcaccini, Diego Miguel Mirabella, Alberto Montorfano, MRZB, Jacopo Natoli, Numero Cromatico, Lulù Nuti, Cristallo Odescalchi, Antonio Perticara, Andrea Polichetti, Katia Pugach, Agnese Reginaldo, Delfina Scarpa, Daniele Sciacca, Germano Serafini, Gabriele Silli, Guendalina Urbani.

La missione di The Milky Way (dove la “Via Lattea” è anche metafora della pluralità di voci e di sguardi coinvolti) è da sempre quella di dare voce, con un grande progetto che privilegia la creatività contemporanea, ad una buona causa. Negli scorsi anni il ricavato della vendita delle opere è andato a favore delle famiglie più vulnerabili di Napoli, Roma e provincia per rispondere ai bisogni primari delle madri in difficoltà e per costruire con loro percorsi articolati di sostegno, ascolto, cura e formazione professionale. Acquistando un’opera della mostra The Milky Way si potrà fare parte di un percorso, aperto a tutti coloro che vorranno sostenere le attività di Pianoterra onlus. La pubblicazione che racconta la mostra è realizzata da Quodlibet e disegnata dallo studio Caneva Nishimoto.

Pianoterra onlus interviene al fianco delle famiglie più vulnerabili nei quartieri più difficili, concentrandosi soprattutto sulle mamme e sui bambini, nella convinzione che migliorando le condizioni di partenza di una vita si possa spezzare quel circolo vizioso che vede il disagio trasmettersi da una generazione all’altra. Con i suoi progetti offre alle donne in gravidanza, alle neo-mamme e ai loro piccoli uno spazio di accoglienza, ascolto e sostegno, e costruisce con ciascuna persona un percorso di accompagnamento personalizzato, fatto di incontri con specialisti della salute materno-infantile, consulenze psico-educative, momenti ludico-ricreativi da trascorrere con altre mamme e con i bambini, bilanci di competenze e corsi professionalizzanti. L’obiettivo è sempre quello di lenire i bisogni più urgenti – quelli materiali, o le emergenze – e fare in modo che ciascuna possa ritrovare fiducia in se stessa e nelle proprie risorse, ed esprimere le proprie potenzialità e i propri talenti. Sul sito www.pianoterra.net maggiori informazioni sui tanti progetti che Pianoterra Onlus attua a Napoli e a Roma e che sarà possibile sostenere acquistando una delle opere in mostra.

Il libro VERA è stato reso possibile grazie al generoso sostegno di Alessia Bulgari, Regione Lazio, Redbrick Investment Group, Azienda Agricola Boccea – Solaria, Immobiliare.it, Paolo Bulgari, Calabresi Noleggio Autobus e Molto.

In copertina: Numero Cromatico, È stato il vento, 2022. Arazzo di lana su tavola, 20 ×40cm. Courtesy gli artisti.