MEME EVENTS

Sun Kil Moon racconta storie: come Carver, ma in musica

È sempre un piacere ricominciare ad ascoltare un buon disco. La musica non dovrebbe avere tempo, età o data di scadenza. Quindi inutile stare a guardare quando un album è stato pubblicato, l’importante è avere orecchie per intendere. Sun Kil Moon racconta storie: piccole, personali e quotidiane che si elevano con naturalezza a rappresentare sentimenti universali.

copertina1

In Benji ci sono 11 canzoni attraverso le quali Mark Kozelek rivela i contorni dell’America secondaria. Come Carver, ma in musica. Osserviamo la routine di vite e mestieri ordinari, di case con portici scrostati e giardini sul retro. Non è il tempo delle grandi gesta, di eroi o vite esemplari.

Carissa non è altri che una cugina di secondo grado, persa in un lontano ricordo d’infanzia. Rivista ancora quindicenne in dolce attesa per riscoprirla defunta a 35 anni in uno strambo incendio. Una perfetta sconosciuta, ma non per questo meno degna di essere immortalata con la sua umanità in una semplice canzone (She was only my second cousin but it don’t mean that I’m not here for her or that, I wasn’t meant to give her life poetry, make sure her name is known across every city).

Gli occhi attenti e curiosi si soffermano su dettagli di gesti e oggetti quotidiani che ricreano un realismo visionario in grado di trasmettere sentimenti reali. Uno stile essenziale, secco, drammaticamente perfetto.

La morte si accosta alle persone che popolano tali canzoni, spesso in modi assurdi, come assurda può essere la vita. Richard Ramirez Died Today of Natural Causes prende a pretesto la scomparsa del celebre serial killer per rappresentare la tensione di ogni uomo che si fermi a riflettere sul tema della mortalità.

cd

Ma traspare con forza anche la vita, con le sue difficoltà, scelte e decisioni. I Love My Dad parla delle attitudini pedagogiche del padre di Kozelek. Uno stile che può apparire primitivo e rozzo (When I was young my father taught me not to gloat. If I came home too proud of myself I get wrestled to the floor and choked), ma che gli ha trasmesso valori, la capacità di prendersi cura di chi ha bisogno, di mostrare rispetto e la passione per la musica. Sicuramente non era un santo, ma chi può dire lo stesso di se stesso?

La musica è un mix di blues, pop e folk. Varia registro dando risalto alle tinte scure e compatte della voce di Kozelek che ci accompagnano verso una malinconica riflessione sulla vita che quando passa non torna più. Ecco che ritorna il concetto chiave di tutte queste storie: la dignità, il sentimento e il potere di commuovere sono radicati nella storie della vita di chiunque. In Micheline Kozelek mescola i ricordi di una dolce bimba che lascia intuire un lieve ritardo, con quello dell’amico Brett e della nonna. La narrazione permette di ricordare e tenere vicino a sé i dettagli più cari.

paesaggio

La parte per il tutto. Come nei racconti di Carver sono i piccoli gesti e le azioni quotidiane che emozionano e rendono vera la vita, come nei racconti di Carver sono tanti i riferimenti biografici presenti che rendono più vivide le immagini. Non è illusorio chiedere alle parole di assumere la forza di azioni e tramite le note di una canzone risuonano ancora più universali e veritiere.

Solo apparentemente Benji è dominato da lutto, morte e tristezza. La vera protagonista è la vita che deve essere pienamente assaporata in tutte le sue contraddizioni.
Vale la pena ascoltarlo e fermarsi a leggerne i testi, raccolti in un booklet che ha il sapore di una pergamena fitta fitta: i testi delle canzoni si trasformano in una raccolta di racconti.
Dice Carver: «Se siamo fortunati, non importa se scrittori o lettori, finiremo l’ultimo paio di righe di un racconto e ce ne resteremo seduti un momento o due in silenzio. Idealmente, ci metteremo a riflettere su quello che abbiamo appena scritto o letto; magari il nostro cuore e la nostra mente avranno fatto un piccolo passo avanti rispetto a dove erano prima».
Possiamo dire lo stesso per Benji di Sun Kil Moon, mentre ascoltiamo e canticchiamo le sue melodie.

Lorenzo Pulici

booklet

 

About the author

Lorenzo Pulici

metà ascolto, metà leggo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi