MEME TOPICS

Sapiosexual: l’intelligenza è erotica?

Una nuova app varca le soglie del web, Sapio – Intelligence Dating, nata nel 2016 e dedicata a tutti coloro per cui l’intelligenza è la chiave per una completa attrazione sessuale.

In un mondo di applicazioni di incontri per trovare l’anima gemella, per appuntamenti occasionali, per single e non, in cui spesso il fattore fondamentale (non dichiarato) è il patto di non essere legati da un rapporto affettivo/intellettuale, si sente probabilmente il bisogno di farsi conoscere sotto un’altra luce: l’aura consolidata del “saggio“, per il quale un blocchetto info, con foto e qualche informazione anagrafica, per poter valutare una persona e, ovviamente, raccontare se stesso, non basta. Del resto, a chi basterebbe?

La app funziona rispondendo ad alcune domande attorno ai propri interessi, gli hobbies, la filosofia di vita, i buoni propositi per il futuro, ma anche domande del tipo “a quanti anni ritieni sia appropriato fare sesso”, “qual è il tuo lato nerd” e altri quesiti più enigmatici e introspettivi, “qual è il tuo colore preferito”, “come ti definiresti?”. Così in base ai commenti e alle opinioni che ne seguono si creano gli ormai conosciuti e magici match, che saprebbero individuare tra le migliaia di possibilità, la primizia delle affinità intellettive. E fino a qui tutto più o meno simile al meccanismo delle tante app in circolazione per persone “normali”, nessuna differenza se non la gigantesca dose di onestà intellettuale che gli iscritti devono avere con se stessi e il mondo per poter autodefinirsi individui “di ingegno pronto e vivace”.

Potrebbe (ipotizziamo!) sembrare che il definirsi Sapiosexual sia stato frainteso con il bisogno di dimostrare agli altri di essere qualcuno, quindi migliore, attraverso ovviamente parametri bizzarri?

Un carico di snobberia che, se a volte potrebbe sembrare sexy, necessita di essere accompagnato da un altrettanto carico di modestia – anch’essa assai sensuale – e, perché no, di insicurezza, perché, se è vera la leggenda che in amore ci si completa a vicenda, la categoria dei Sapiosexual dovrebbe autodefinirsi “fatta e finita”.

Insomma, c’è a chi piace l’intelligente e a chi piace dichiarare di esserlo, del resto si è mai sentito dire che a qualcuno piaccia lo stupido?

Gloria Paolini

About the author

Gloria Paolini

Gloria nasce a Pesaro nel 1992. Si laurea all'Accademia di Belle Arti di Brera in Visual Cultures e Pratiche curatoriali. Dal 2014 si occupa di comunicazione in ambito culturale e lavora come curatore indipendente.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi