MEME EVENTS

NESXT 2019 | L’Indipendent Art Festival di Torino

Dal 29 ottobre al 3 novembre 2019 torna a Torino NESXT – independent art festival, ideato e prodotto dall’Associazione ArteSera, giunto quest’anno alla quarta edizione.

Il progetto interdisciplinare, curato e organizzato da Olga Gambari e Annalisa Russo, è nato nel 2016 ed è dedicato alla produzione artistica indipendente e ai suoi protagonisti: artisti, curatori, critici, storici, ricercatori, professionisti e operatori provenienti da diversi ambiti e discipline riuniti nella forma di associazioni, artists run space, collettivi e varie forme associative provenienti da tutta Italia.

Novità centrale della nuova edizione è l’apertura del festival oltre i confini nazionali, grazie al progetto di scambio culturale Trasloco, che mette in dialogo le scene artistiche di Torino e Marsiglia attraverso un articolato programma di residenze ed esperienze condivise tra centri di produzione artistica indipendente delle due città.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra NESXTMarseille Expos (associazione marsigliese che raccoglie oltre 50 realtà culturali della città tra gallerie, musei e associazioni) e la Città di Torino, sulla scorta del forum Come together, tenutosi durante la scorsa edizione del festival (www.nesxt.org/come-together). Trasloco, che vede la collaborazione di Alliance Française, coinvolge realtà torinesi e marsigliesi che lavorano insieme alla realizzazione di progetti da presentare nella cornice di Manifesta, la cui prossima edizione si terrà a Marsiglia nel 2020. La scorsa primavera una selezione di realtà torinesi (ArtecoIdem StudioMucho Mas!In/Out + Novella GuerraQuasi QuadroSpazio Ferramenta, Rio PAM, viadellafucina16 – condominio museo) è stata in residenza a Marsiglia; in occasione del festival, cinque realtà francesi saranno presenti con appositi progetti volti a raccontare la propria identità e pratica artistica.

Contestualmente, il comitato scientifico di NESXT ha selezionato quattro centri italiani che presenteranno i propri progetti unitamente alle realtà francesi ai Docks Dora, riconfermato come quartier generale del festival: studi d’artista, gallerie, laboratori e spazi creativi ospiteranno le realtà francesi e italiane selezionate, trasformando gli storici magazzini – da sempre simbolo del fermento culturale underground della città – in una cittadella dell’arte nei giorni del festival. L’installazione Fantasmico di Fabrizio Cicero  illuminerà le notti dei Docks con un intervento che richiama la vocazione originale dei magazzini. I muri del complesso ospiteranno inoltre una mostra di manifesti del progetto MANIFESTO / iconografie dell’indipendenza  – iniziativa realizzata in collaborazione con Mercato Centrale Torino – prima della successiva tappa al MACRO di Roma dal 29 novembre al 1° dicembre.

Queste le realtà presenti ai Docks Dora: Dos MaresEspace GTHybribVé Atelier e Salon du Salon per Marsiglia; E IL TOPO (Napoli), Matrice22 (Milano), TAZ (Bologna), Sacrosanctum (Palermo) per l’Italia. I rispettivi progetti saranno ospitati ai Docks da Laboratorio KoinéC.O.D. LabCasati arte contemporaneaIl Cerchio e le gocceGekijou VideoCollettivo Povera, Studio Tema, nello studio di Fabio Bucciarelli e presso il PadiglioneF Primo Piano; inoltre in città la Galleria Gliacrobati ospiterà la galleria marsigliese Polysemie.

Inoltre, come l’anno scorso, i Docks ospiteranno una sezione dedicata al suono e alla perfomance (sezione live) presso Amen Loft e una dedicata alla parola e al pensiero (sezione incontri) presso Studio 65. La sezione live, a cura dei Lite Orchestra (Verona) presenterà un programma giornaliero di spettacoli, eventi, perfomance e dj set, con un focus dedicato alle pratiche poetiche contemporanee.  Protagonisti della sezione saranno Francesco Forlani | Sabine Delafon + Pierluigi Pusole, Mario Pandiani e Agne Raceviciute | Edoardo Marraffa | Nelide Bandello |  DMAV | i Mitilanti + Michele Mascis | Canti del Caos | Girolamo Marri  E IL TORO + Gak Sato, Frédérick Liver, Armando della Vittoria.

La sezione incontri, che vedrà la costruzione di una redazione giornalistica in progress a cura di In/Out + Novella Guerra, si focalizzerà su temi legati alla produzione e alla pratica artistica indipendente, in particolare il genius loci, lo spazio urbano e pubblico come luogo di azione, la poesia come laboratorio di ricerca contemporanea. Una giornata (il 2 novembre) sarà dedicata a Trasloco, in collaborazione con i partner istituzionali e operativi del progetto.

La sezione vedrà gli interventi di Serena CarbonePietro GaglianòAlessandro GallicchioDavide MazzitelliDavide Da PieveAnnalisa CattaniIlaria Peretti, Luigi RatclifEnrico Bertacchini e a.titolo (Francesca Comisso e Luisa Perlo), Olga Gambari e Annalisa Russo.

Fuori dai Docks Dora prenderà vita come di consueto il circuito cittadino fatto di spazi creativi, gallerie, centri culturali e realtà indipendenti; un circuito composto quest’anno da Associazione BarrieraGalleria CristianiGalleria Alessio MoitreSpazio FerramentaIdem StudioJestKspacesDiogeneviadellafucina16- condominio museoFusion Art Gallery / Inaudita, PHOS, Spazio Montanaro, la Galleria GliacrobatiMucho Mas!Off Topic, Quasi Quadro.

Il 29 ottobre (data di inaugurazione del circuito cittadino, mentre i Docks apriranno il 1° novembre) NESXT aprirà la nuova edizione con la perfomance Andrea. Delle case o delle identità di Gian Luca Favetto con Lite OrchestraFrancesca VettoriLetizia RussoLeandro Agostini e Davide Ferraris. Lo spettacolo si terrà nel laboratorio di Silvio Zamorani Edizioni in collaborazione con Graphic Days Torino.

About the author

Memecult

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi