MEME EVENTS

Memoria storica e nuova urbanità: sulle vecchie rotaie di Via Tortona

Sabato 18 febbraio il sindaco di Milano Beppe Sala ha inaugurato la passerella che collega via privata Bobbio e via Voghera. Un attraversamento ciclopedonale che mette in comunicazione due quartieri della Zona Tortona, divisi dai vecchi binari di quella che è la più antica stazione ferroviaria di Milano.

Il progetto è frutto della collaborazione tra il Comune di Milano e il Gruppo FS Italiane e non è permanente, infatti sarà agibile solo per un anno e sostituirà il celebre Ponte degli Artisti che è attualmente chiuso per restauro.

I due varchi di ingresso, situati a circa 80 metri dal Ponte, sono stati aperti nelle murature originarie che però non hanno subito danni, nel pieno rispetto del contesto urbano adiacente. La struttura a rete in ferro rouillé copre solo parzialmente il passaggio lasciando intravedere porzioni di cielo e dell’ambiente circostante tutto intorno.
Sempre per fini estetici e di valorizzazione della memoria storica del quartiere, anche le vecchie rotaie sono state mantenute intatte e libere di intersecare la pavimentazione in più punti.

Una curiosità: il progetto è stato battezzato “Biki” come la grande stilista italiana Elvira Leonardi Bouyeure che Giacomo Puccini amava soprannominare “biricchina”, da cui il nome d’arte Biki. Un omaggio alla moda meneghina, come meneghino era l’atelier di Biki, ma anche un richiamo alla Fashion Week di fine febbraio, evento di punta per i numerosi showroom della zona che hanno infatti richiesto l’apertura anticipata del passaggio.

Testo e foto a cura di Michela Bassanello

 

 

About the author

Michela Bassanello

Nata nel mese di marzo del 1990. Ha studiato lingue al liceo e poi Scienze dei Beni Culturali e dello Spettacolo all’università Statale. Dal 2015 lavora come assistente di galleria (da gennaio 2017 per Galleria PACK di Milano) e nel tempo libero scrive online di arte e fotografia.

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.