MEME EVENTS

l’Officina della Scultura 2020 | Alla scoperta della scultura del ‘900 en plein air

Fino al 25 ottobre si svolge la terza edizione dell’Officina della Scultura, che quest’anno rinnova la sua formula e incontra il pubblico all’aperto, dal 13 al 25 ottobre percorsi di scultura tra Milano e Sesto San Giovanni e in più per Bergamo una novità: due grandi installazioni di Franco Mazzucchelli. Anche quest’anno sono tre i protagonisti, con Franco Mazzucchelli anche Kengiro Azuma e Piero Cattaneo, e grazie a due installazioni e alle passeggiate en plein air è possibile scoprire e approfondire la conoscenza della scultura italiana del Novecento.

La città di Bergamo accoglie due interventi scultorei di Franco Mazzucchelli (Milano 1939). In due luoghi simbolo della città, largo Porta Nuova e piazzetta Santo Spirito, trovano accoglienza due grandi sculture gonfiabili, tridimensionali geometrie non euclidee. Queste strutture in PVC si danno propriamente alla città, come allude lo stesso titolo A. TO. A. sigla di Art to Abandon, ma anche alla francese à toi, a te / per te, cioè per il pubblico; i cittadini infatti da spettatori vengono invitati a trasformarsi in performer, intervenendo sulla superficie plastica con pennarelli indelebili. Queste strutture leggere, che rimandano istintivamente a una dimensione ludica, divengono così supporto di trascrizioni intime, partiture del flusso di pensieri, la leggerezza si fa carico del peso della nostra storia.

I due interventi urbani sono oggetto di una puntuale documentazione fotografica che sarà da corredo del volume concepito per mostrare la funzione sociale dell’arte, per mostrare quanto l’arte possa essere utile alla società: per riappropriarsi dei propri spazi, per non dimenticare il valore del gioco, per poter condividere tempo e sensazioni, per tenere viva l’immaginazione di ciascuno.

A Milano e a Sesto San Giovanni, il pubblico è accompagnato alla scoperta di Kengiro Azuma (Yamagata 1926 – Milano 2016). Con la presenza eccezionale del figlio dell’artista, Ambrogio, sarà possibile approfondire la conoscenza dell’opera MU 141 in piazzale Cimitero Monumentale a Milano, e del messaggio di cui si fa portavoce, simbolo nelle intenzioni dell’artista di rinascita; l’appuntamento a Sesto San Giovanni è dedicato alla Fontana delle Tartarughe, intervento che ha visto lavorare fianco a fianco padre e figlio, in perfetta armonia.

Per informazioni e prenotazioni alle visite guidate gratuite consultare il sito www.pierocattaneo.org

About the author

Memecult

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi