MEME MORE

L’innovazione passa dalla storia, e viceversa. A Palermo torna I-design

La manifestazione dedicata al design giunge alla sua quarta edizione e propone un programma ricco di mostre, installazioni, visite guidate e conferenze. Con particolare attenzione al Liberty, lo stile che rese Palermo una delle città più moderne e “cool” del primo Novecento.

Alessandro Mendini, Poltrona Settecento
Alessandro Mendini, Poltrona Settecento

Scommettere su un territorio complesso e ricco di storia come quello della Sicilia è una sfida ardita, i cui contendenti sono la tradizione e l’innovazione, senza un’apparente possibilità di compromesso. Diatriba di natura più retorica che concreta, il connubio tradizione-innovazione è più che mai possibile, anzi si potrebbe considerare come un rapporto di interdipendenza, una particolare forma di osmosi culturale.

Queste sono le riflessioni che emergono dalla quarta edizione di I-design, la rassegna curata da Daniela Brignone dedicata al disegno industriale internazionale, attualmente in corso a Palermo.

Patrocinata dai Ministeri per i Beni e le Attività Culturali e per lo Sviluppo Economico, dalla Regione Siciliana, Assessorato dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana e dal Comune di Palermo, quest’anno I-design annovera tra i partner l’Accademia di Belle Arti di Palermo, l’ADI Sicilia (Associazione Disegno Industriale), l’ANCE Palermo (Associazione Costruttori Edili), l’Ordine degli Architetti della Provincia di Palermo, l’Università degli Studi di Palermo, con la collaborazione del Farm Cultural Park di Favara e del Centro Culturale Biotos.

Vincenzo Mascia, Struttura caotica
Vincenzo Mascia, Struttura caotica

Riflettori puntati quindi su designer e aziende del settore, senza tralasciare però capitoli importanti della storia locale: in occasione del 120esimo anniversario della nascita del Liberty, lo stile  che nei primi anni del Novecento ha reso il capoluogo siciliano uno dei centri più importanti a livello internazionale, sono previsti momenti di approfondimento per scoprire e riscoprire i protagonisti e i luoghi del Liberty palermitano. Sono già state organizzate visite guidate alla Villa Malfitano Whitaker e all’Accademia di Belle Arti, ed è ancora possibile visitare il Teatro Massimo (17 e 18 ottobre), il Teatro Finocchiaro (17 ottobre), Villino Favaloro (17 ottobre) e Palazzo Scandurra (fino al 18 ottobre).

Poltrona Meritalia sui disegni del 1927 delle officine Ducrot di Palermo
Poltrona Meritalia sui disegni del 1927 delle officine Ducrot di Palermo

Tra gli eventi più importanti, vanno segnalati la mostra su Vico Magistretti dal titolo Archivio in viaggio, promossa dalla Fondazione Magistretti e dall’azienda De Padova, presso il Padiglione ZAC dei Cantieri Culturali alla Zisa e visitabile fino al 25 ottobre; inaugura oggi e resterà aperta fino al 25 ottobre l’esposizione Long Tradition, Young Creation, organizzata dalla gioielleria Longo nella propria sede, in cui sono presenti opere dei Fratelli Campana, di Massimiliano Fuksas, Gio Ponti, Ettore Sottsass, Aldo Rossi, Achille Castiglioni, Alessandro Mendini, Zaha Hadid, Richard Sapper, Philippe Starck, Michael Graves, Mario Trimarchi, Marcel Wanders; apre Venerdì 16 la mostra Una storia di passione, presso il Palazzo Alliata di Villafranca, dedicata alla produzione dell’azienda d’arredamento Meritalia con opere di Mario Bellini, Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Alessandro Mendini, Gaetano Pesce, Afra e Tobia Scarpa e Carlo Scarpa; Sabato 17, presso il Palazzo Branciforte, Adi Sicilia presenta i progetti selezionati nelle edizioni 2014 e 2015 di Adi design index, candidati al prossimo Premio Compasso d’oro, che verrà assegnato nel 2016.

Vico Magistretti, Regesto figurato
Vico Magistretti, Regesto figurato

Per il programma completo della manifestazione, che si concluderà il 18 ottobre, è possibile consultare il sito www.idesignpalermo.com.

Desirée Maida

 

Lampada Nucleo, Collezione Spacetime, di Francesco Buzzo e Serena Lambertoni
Lampada Nucleo, Collezione Spacetime, di Francesco Buzzo e Serena Lambertoni
Lavabo Matassa di Santangelo Design
Lavabo Matassa di Santangelo Design
Gaetano Pesce, La Michetta
Gaetano Pesce, La Michetta
Evento Icod - opera di Giuseppe Finocchio
Evento Icod – opera di Giuseppe Finocchio
Evento Icod - opera di Aldo Toto
Evento Icod – opera di Aldo Toto
Carlo Scarpa, Poltroncina 618 - 01
Carlo Scarpa, Poltroncina 618 – 01

 

 

About the author

Desirée Maida

Siciliana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, si laurea in Storia dell’arte nel 2012. Vive a Palermo, dove collabora con gallerie d’arte, scrive per testate d’arte contemporanea e lavora come storico dell’arte e curatore.

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.