MEME PILLS

Insta della spesa: collezionare i biglietti della spesa

“Ti va di salire a vedere la mia collezione di liste della spesa?”. Suona come un’assurda avance un po’ kitsch rispetto al classico (e usatissimo) pretesto della collezione di farfalle a fine di una serata, ma qui non c’entrano gli appuntamenti romantici e le proposte indecenti. L’Insta della spesa – il profilo instagram a cura di un giovane friulano, Giulio Castoro – si apre con questa frase che fa da cappello a una griglia coloratissima di biglietti della spesa, tutti in fila per tre. Pezzi di carta di fortuna, abbandonati sui pavimenti o nei carrelli dei supermercati di ogni dove, diventano una curiosa fonte di collezionismo. Gli uni accanto agli altri sfilano nelle loro improbabili e personalissime forme (ortografiche, grammaticali, grafiche): memorabilia del terzo millennio.

Serena Vanzaghi 

About the author

Serena Vanzaghi

Serena nasce a Milano nel 1984. Dopo gli studi in storia dell'arte, frequenta un biennio specialistico incentrato sulla promozione e l'organizzazione per l'arte contemporanea. Dal 2011 si occupa di comunicazione e progettazione in ambito artistico e culturale.