MEME PILLS

Insta della spesa: collezionare i biglietti della spesa

“Ti va di salire a vedere la mia collezione di liste della spesa?”. Suona come un’assurda avance un po’ kitsch rispetto al classico (e usatissimo) pretesto della collezione di farfalle a fine di una serata, ma qui non c’entrano gli appuntamenti romantici e le proposte indecenti. L’Insta della spesa – il profilo instagram a cura di un giovane friulano, Giulio Castoro – si apre con questa frase che fa da cappello a una griglia coloratissima di biglietti della spesa, tutti in fila per tre. Pezzi di carta di fortuna, abbandonati sui pavimenti o nei carrelli dei supermercati di ogni dove, diventano una curiosa fonte di collezionismo. Gli uni accanto agli altri sfilano nelle loro improbabili e personalissime forme (ortografiche, grammaticali, grafiche): memorabilia del terzo millennio.

Serena Vanzaghi 

About the author

Serena Vanzaghi

Serena nasce a Milano nel 1984. Dopo gli studi in storia dell'arte, frequenta un biennio specialistico incentrato sulla promozione e l'organizzazione per l'arte contemporanea. Dal 2011 si occupa di comunicazione e progettazione in ambito artistico e culturale.

Nel rispetto della privacy raccogliamo dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Info | Chiudi