MEME PILLS

“Dimmi in quale museo vai e ti dirò chi sei”

Un report pubblicato su un numero dell’Economist dello scorso dicembre tentava di tracciare un profilo della situazione dei musei d’oggi, prendendo in considerazione vari aspetti, tra cui quello legato al numero di musei e all’affluenza di pubblico su scala mondiale.

Museum-of-Burnt-FoodSe, da una parte, la Cina ha incrementato in modo esponenziale la costruzione di musei sul suo territorio (si parla di circa 3.900 strutture, di cui gran parte ancora vuote), dall’altra, gli Stati Uniti detengono ad oggi il primato, con ben 17.500 musei per un totale di 850 milioni di visitatori all’anno. La nostra bell’Italia, invece, si attesta su un numero “misero” di 400 musei per 33 milioni di visitatori, che comunque non sono briciole, alla faccia di chi dice che con la cultura non si muovono le masse (e l’economia…). 87 milioni in Gran Bretagna, 109 in Germania, 160 in Giappone e via discorrendo: in generale, numeri che attestano una certa positività.

Altro discorso, invece, la varietà della proposta. E su questo, ce n’è per tutti i gusti: tralasciando quelli più famosi e referenziati, esistono, sparsi per il mondo, veri e propri musei della bizzarria: da quello del cibo bruciato o della spazzatura negli States, a quello delle relazioni finite in Croazia, da quello dei falli in Islanda, a quello delle toilets in India, passando per quello dell’acqua del rubinetto in Cina, della stregoneria e dei collari da cane in Gran Bretagna o quello delle fogne aParigi.

Come dire: a ognuno il proprio museo. Noi di i.OVO potremmo “associarci” a quello delle uova dipinte “Ovo Pinto” di Civitella del Lago, in provincia di Terni.

E voi, quale museo di stravaganza vi rappresenterebbe meglio?

Serena Vanzaghi

Questo slideshow richiede JavaScript.

About the author

Serena Vanzaghi

Serena nasce a Milano nel 1984. Dopo gli studi in storia dell'arte, frequenta un biennio specialistico incentrato sulla promozione e l'organizzazione per l'arte contemporanea. Dal 2011 si occupa di comunicazione e progettazione in ambito artistico e culturale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi