Arte e Fotografia

Blind Injections | Giacomo Raffaelli

Sonic Somatic è un festival diffuso che coinvolge luoghi diversi della città di Firenze: il cortile di Palazzo Strozzi, il Cimitero degli Inglesi, il Museo Marino Marini e l’Osservatorio di Arcetri, all’interno dei quali vengono presentati progetti sonori site-specific in contatto con l’identità culturale e l’architettura della citta’ di Firenze.

Giacomo Raffaelli, Blind Injections, 2015 installation view at Arcetri Astrophysical Observatory courtesy: the artist and Sonic Somatic
Giacomo Raffaelli, Blind Injections, 2015 installation view at Arcetri Astrophysical Observatory courtesy: the artist and Sonic Somatic

Nella biblioteca dell’Osservatorio di Arcetri Giacomo Raffaelli (Rovereto,1988) ha realizzato Blind Injections, un’installazione audiovisiva che esplora l’attività dell’interferometro VIRGO, rilevatore di onde gravitazionali presente nella provincia di Pisa.  La pratica artistica di Giacomo Raffaelli negli ultimi anni si è soffermata sugli aspetti periferici e collaterali della ricerca scientifica.

VIRGO e’ composta da due lunghi tunnel di 3 km blu che si estendono nella campagna pisana dai quali parte un raggio laser finalizzato alla ricerca delle onde gravitazionali al fine di sondarne l’esistenza in quanto fenomeno ancora rimasto oscuro. Le onde gravitazionali sono l’unica parte della teoria di Einstein del 1916 di cui non è mai stata trovata prova diretta in natura.

L’interferometro è un apparato che sonda l’universo in uno spettro di frequenze che è perfettamente coincidente con quello dell’orecchio umano: questo ha portato alla creazione di un dipartimento all’interno di VIRGO che specificatamente si dedicasse all’ascolto della macchina e i disturbi dell’apparato il cui nome è Centro di diagnostica uditiva, il corpo umano percio’ interagisce con il suono e ne fa da tramite.

Queste curve di sensibilità hanno ispirato la soglia dell’installazione su cui è recata la scritta devi cercare tutti I rumori che limitano la tua sensibilità ,frase estrapolata dal contesto scientifico riferito al ruolo che deve svolgere l’interferometro, e resa elemento di ingresso all’installazione sonora, abbandonando la propria specifica tecnicità.

Giacomo Raffaelli, Blind Injections, 2015 still from video courtesy: the artist and Sonic Somatic
Giacomo Raffaelli, Blind Injections, 2015 still from video courtesy: the artist and Sonic Somatic

I video presenti sul ballatoio della biblioteca esplorano il tentativo di immobilizzare perfettamente l’apparato di VIRGO attraverso una struttura che è in realtà in perpetuo movimento nel tentativo utopico di cercare di immobilizzare un oggetto portandolo nello spazio cosmico e astraendolo dal pianeta. Nelle sequenze filmiche tutto è in movimento proprio perche’ per immobilizzare del tutto un oggetto si deve creare una struttura che in realta’ e’ completamente mobile. L’audio di Blind Injections, pensato per essere diffuso all’interno della Biblioteca, è una rielaborazione della banca dati dei rumori identificati dallo strumento VIRGO dalle cui curve di sensibilita’ sono stati estrapolati tali suoni: suoni funzionali, catalogati come disturbi ma dall’artista trattati secondo il loro aspetto sonoro e uniti in un ‘unica composizione quadrifonica.

Non c’e’ relazione diretta tra i due elementi dell’installazione, seppur entrambi provenienti dalla stessa fonte, semplicemente rispondono a quello che è l’aspetto utopico di questo esperimento.

Giacomo Raffaelli, Blind Injections, 2015 still from video courtesy: the artist and Sonic Somatic
Giacomo Raffaelli, Blind Injections, 2015 still from video courtesy: the artist and Sonic Somatic

VIRGO è un’attitudine, uno stato d’animo e un punto di congiungimento tra arte e scienza in quanto entrambe le discipline possiedono l’analoga predisposizione alla costante indagine che porta a porsi continue domande che non sempre genereranno risposte ma solo altre domande, aprendo pero’ piu’ punti di vista, e permettendo di spaziare maggiormente nella nostra conoscenza. L’arte puo’ essere un veicolo per la scienza cosi come la scienza lo puo’ essere per l’arte.

Il titolo Blind injection rappresenta un elemento di oscurità e cecità legato al sonoro ma è anche un’operazione specifica ache avviene all’interno dei laboratori di VIRGO. Il centro scientifico con sede nelle vicinanze di Pisa e’ collegato a due esperimenti partner negli Stati Uniti che, per arrivare a captare un’onda gravitazionale, devono essere attivi contemporaneamente e devono sapere lavorare all’ unisono in modo perfetto: per testare questa capacita’ gli scienziati di VIRGO hanno pensato di dare il compito ad un ente esterno da loro di immettere nei loro sistemi un’onda gravitazionale a tradimento, finta, per essere certi di saper gestire la procedura nel caso in cui accadesse davvero, e questa operazione si chiama Blind Injection.

Francesca Biagini

Giacomo Raffaelli, Blind Injections, 2015 installation view at Arcetri Astrophysical Observatory courtesy: the artist and Sonic Somatic
Giacomo Raffaelli, Blind Injections, 2015
installation view at Arcetri Astrophysical Observatory
courtesy: the artist and Sonic Somatic

About the author

Francesca Biagini

Curatrice indipendente,docente di evoluzione dei linguaggi visivi presso LaJetee Scuola di Visualstorytelling, assistente nel workshop per Fabbrica Europa “To be told”, ha collaborato a numerose mostre nella città di Firenze e all’estero, tra cui la mostra Urban Tracks presso il Vivaio del Malcantone con il collettivo artistico sloveno Brida.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi