MEME PILLS

Archeologia e Street Art: 30 anni di writing, strato su strato

“Trent’anni? Non li dimostri”.  Quando partono con questa premessa ti rendi conto che la prima ruga ha solcato la tua giovinezza. La storia non cambia che si parli di pesrone o di graffiti. Eh sì perché l’afflizione da invecchiamento colpisce tutti. Non c’è scampo. Le rughe sono gli strati della nostra vita, della nostra esperienza.

Anche la Street Art, forever young, sta invecchiando. Certo, lei lo fa con classe: fuggevole, ammiccante. Mai la stessa. Che sia questo il trucco? In Olanda, a Nijmegen, hanno scalfito un muro che per trent’anni è stato coperto e ricoperto di graffiti e il risultato è stato un reperto archeologico strabiliante. Strati di colore spessi alcuni centimetri che ricordano l’erosione di rocce secolari.

Allora qualcosa permane. Il senso dell’arte, seppur espresso nel gesto effimero del writer, resta eccome. Nei secoli, il colore rimane. A dirlo sembra di pontificare ma pare essere vero.

La bellezza sta nel passato prossimo in cui ci si può ancora riconoscere, strato dopo strato. Una scala di colori e di storie ancora così vicine eppure già superate. Era solo 1984 quando il primo writer ha taggato questo muro olandese. Il vero significato dell’arte forse è tutto lì, in quel reperto di vernice spray stratificata; i writers predicano la caducità stessa della vita, con l’arte, eppure ne segnano le rughe come ad una donna che matura ed ecco allora che anche il nichilismo di quel gesto diventa già storia senza la consapevolezza di stare creando un’opera d’arte collettiva.

Daniela Ficetola  

About the author

Daniela Ficetola

Daniela Ficetola studia Scienze dei Beni culturali all'Università Statale di Milano. Lavora da 15 anni nella comunicazione: ufficio stampa per Rai e La7, gestendo progetti editoriali innovativi come Gaz Magazine, Extra, Zero, La Piazza, Il Diario del Nord Milano, per poi approdare come libera professionista nel mondo della formazione e dell’arte. Nel 2009 crea NOlab Academy, innovativa accademia dedicata alle arti e ai mestieri. Nel 2012 fonda Who Art You? contest artistico internazionale annuale organizzato in collaborazione con il Comune di Milano, portando il progetto anche in Europa. Nel 2016 fonda Artbahnhof a Londra, agenzia di mediazione artistica che eroga consulenze organizzative ad artisti, musei e gallerie. Dal 2017 tiene il corso di Curatela e organizzazione eventi artistici.
www.artbahnhof.com / www.whoartyou.net
www.nolabacademy.com / www.nolab.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi